Autore:  Ciao piccolo grande tesoro mio, sono Mamma ed ho scritto questo articolo per te. Spero tanto ti piaccia.


La  17° settimana di gravidanza è un periodo piacevole dove il corpo si è ormai adattato ai cambiamenti in corso. Questo è il periodo in cui si possono sviluppare allergie o sfoghi cutanei che devono essere curati con delle modifiche alla dieta o attraverso qualche prescrizione medica. Dovete consultare il vostro medico prima di prendere qualsiasi medicinale per curarle o prima di interrompere qualche terapia che state seguendo. Potete già iniziare a notare i movimenti del bimbo in questo periodo, e se non ora, li noterete sicuramente nel giro di poche settimane. Degli strani movimenti, come vibrazioni, brontolii, strattoni o colpetti indicano l’attività del bambino. Cambiate sovente posizione quando siete in piedi, sedute o coricate, in modo da evitare fastidiosi crampi. Vi potreste sentire vertigini o giramenti di testa nel caso siate soggette a pressione bassa, ed avrete bisogno di coricarvi alzando le gambe con il supporto di alcuni cuscini, in modo da far arrivare più sangue alla testa. Sgranocchiare tra un pasto e l’altro qualche frutto secco o qualche frutto fresco o bere un succo di frutta può aiutarvi a sentirvi meglio e più in forze durante questo periodo della gravidanza.

Lo sviluppo del bambino

Il bambino è lungo circa 12-15 cm e pesa circa 150 g. Il cordone ombelicale diventa più resistente, spesso e lungo, man mano che le settimane avanzano, e continua a trasportare il sangue ed i nutrienti al bambino. Il senso dell’udito del piccolo sta migliorando e le orecchie si spostano verso la posizione finale ora che le parti interne sono ormai quasi completamente sviluppate. Il bimbo sviluppa il tessuto adiposo, che lo aiuta nel regolare la temperatura del proprio corpo. Ora tiene la testa più eretta. Il corpo e gli arti del bambino sono più lunghi della testa ora, cosa che rende la sua forma più proporzionata. Il bimbo sviluppa i polpastrelli sulle piccole dita delle mani e dei piedi. Gli occhi sono ben sviluppati ma rimangono chiusi ermeticamente. Il meconio si forma periodicamente e consiste in una sostanza nero verdastra viscida. Se il bambino è un maschietto, le ghiandole della prostata iniziano a svilupparsi. Lo scheletro si trasforma da cartilagine ad ossa che però rimangono flessibili, cosa fondamentale al culmine della gravidanza. La pelle del bambino continua a svilupparsi, ma è ancora praticamente trasparente. Uno strato protettivo inizia a crearsi attorno alla pelle del bambino e viene chiamata vernice caseosa. Intanto dei depositi di grasso continueranno a depositarsi sotto la pelle del piccolo in modo da mantenere la temperatura corporea corretta al momento della nascita. A questo punto il bambino pesa più della placenta e dei rumori forti possono spaventarlo.

Cambiamenti di mamma

L’addome sta crescendo e al suo interno gli organi vengono spostati dall’utero che continua ad ampliarsi con il bimbo all’interno. La punta dell’utero è più arrotondata in questo periodo e sta aumentando in lunghezza. L’utero inizia a spingere il vostro intestino verso l’alto, e lo potete sentire bene quando siete in piedi, piuttosto che quando siete coricate. Potrete soffrire di un dolore periodico alle gambe, chiamato dolore del nervo sciatico, insopportabile per alcune donne. Il nervo sciatico è il nervo più grande del corpo e si estende da sotto l’utero per tutta la lunghezza della gamba. La causa del dolore è originata dalla pressione che esercita la crescita del bambino, e può essere alleviata non rimanendo in una determinata posizione troppo a lungo, o mettendo dei cuscini sotto le gambe durante la notte. Le secrezioni di tutto il corpo aumentano grazie all’aumento del volume sanguigno, quindi anche la sudorazione può aumentare. Se in questo periodo avete una congestione nasale o un aumento delle perdite vaginali, non dovete preoccuparvi perché tutto si risolverà dopo la nascita del bambino. Nutrirsi con una dieta sana e bilanciata vi aiuterà a mantenere efficiente il vostro sistema immunitario e a prevenire malattie. Oltre a questo, curare molto l’igiene personale è di grande aiuto per evitare infezioni batteriche o funghi. Se siete incinte di gemelli, assicuratevi di ingerire un adeguato quantitativo di proteine e nutrimenti, dato che ne servono circa il doppio che in una tipica gravidanza singola.

Cosa aspettarsi

A questo punto siete in totale controllo della vostra gravidanza e potete gestire ogni situazione, eccetto le occasionali vibrazioni nell’addome, che indicano dei movimenti del bimbo, cosa che vi farà sentire felici. Alcune donne possono non apparire ancora incinte in questo periodo, soprattutto se sono alte, poiché l’aumento di peso portato dalla gravidanza passa inosservato essendosi distribuito lungo tutto il corpo. Per assicurare la salute prenatale del vostro bambino, bisogna effettuare alcuni esami di routine, come il controllo della pressione, l’esame delle urine, l’esame del sangue per controllare che tutti i parametri siano nella norma. Alcuni esami verranno svolti solo una volta, mentre altri verranno effettuati periodicamente durante tutto lo svolgimento della gravidanza. L’esame dell’Alpha-Fetaproteina e l’esame Triplo vengono generalmente eseguiti durante la 15° e la 17° settimana, e servono per scoprire eventuali anomalie cromosomiche o difetti che potrebbero insorgere alla nascita, e in alcuni casi possono anche indicare la possibilità di aborto spontaneo o nascita prematura. L’ecografia del feto di solito si svolge alla 10° e alla 20° settimana dalla maggior parte delle donne, ma può essere svolta anche più di due volte, dato che non è pericolosa per la salute del bimbo. Utilizza ultra suoni ad alta frequenza per creare delle immagini interne del vostro bimbo, che possono venire visualizzate anche da voi stesse su uno schermo, sia 3d che 4d e possono venire fotografate e stampate, dandovi tutti i dettagli sullo sviluppo. L’amniocentesi è un esame utilizzato per scoprire eventuali problemi genetici del bambino e si svolge solitamente durante la 15° e la 18° settimana, usando un ago per prelevare un campione di liquido amniotico dalla placenta. La precisione di quest’ultimo esame è molto alta, ma ci sono alcuni rischi prenatali, come l’aborto spontaneo o la comparsa di infezioni che in alcuni rari casi possono essere ricondotti proprio all’amniocentesi.

Random Posts

Tags: , , ,